Olympus: Home Chi siamo Dove siamo Contattaci Repertorio OlyTOUR  
Download: Copioni Copioni PDF Ricerche Numeri      
Servizi: Cartellone Autori Amici Info

Credits

   

  

Pippo Spampinato

 

 

Pippo Spampinato è nato nel 1932 in un  paese alle falde dell’Etna in provincia di Catania: BELPASSO.

Vive ed opera nel paese natio.

Viene considerato l’erede naturale di N. Martoglio e di A. Russo Giusti, essendo egli belpassese come i due illustri predecessori.

Fu allievo ed amico di quest’ultimo, al cui insegnamento attese con intenso fervore e profonda devozione attingendone con entusiasmo i primi rudimenti dell’arte della rappresentazione scenica. Poi, con elementi rinnovatori, s’incammina per un nuovo sentiero creando quadri di vita densi di brio fascinoso e di “vis comica”.

Il suo teatro è tutto proteso nello sforzo di costruire un mondo tutto suo di stimolante comicità, nel quale culmina lo stile del linguaggio parlato dialettale, fiorito di motti e di chiassosa esuberanza di umore grottesco.

Lo Spampinato, definito dallo scrittore, regista e produttore Turi Vasile “Ottimo commediografo dei giorni nostri”, assurge all’altezza di scrittore di drammi comici, in cui si rivela attento osservatore della realtà della vita quotidiana, perpetuando la tradizione della spiritualità ilare e scanzonata di stampo isolano, con personaggi che egli consacra all’immortalità, facendone strumenti per la rappresentazione.

Abbastanza noto in Sicilia e nel Continente per il suo contributo artistico e culturale, Pippo Spampinato è autore di molte opere teatrali giustamente apprezzate dai critici. Tra queste si ricordano: “Il biglietto della lotteria”, “Commedianti”, “Il ritratto”, “Il baule”, “Un capriccio di Luisella”, “La moneta di Billonia”, “La moglie perfetta”, “Fru-Fru”, “Giorno di festa”, “Sicilia Okay”, "La scommessa", “L’ultimu carrettu”. Su quest’ultima opera così si esprime Turi Vasile: “…ho ritrovato nei dialoghi, nell’azione, nella psicologia dei personaggi le virtù tradizionali del teatro siciliano. Martoglio, Pirandello e Rosso di San Secondo si danno convegno in quest’opera di Pippo Spampinato. Bravo!”.

Pippo Spampinato ha svolto e svolge anche attività di regista teatrale e d’interprete.

Sin dagli anni Cinquanta, a Catania, durante il periodo universitario, si è interessato di attività teatrale con la costituzione del G.A.U. assieme a Baudo, Pappalardo, Musumeci, Pattavina ed altri. Molteplici sono gli allestimenti scenici e le sue partecipazioni da autore, e attore.

Fondatore della prestigiosa “Nuova Brigata d’Arte” di Belpasso, è stato per molti anni Direttore Artistico della stessa e del gruppo teatrale “Città di Belpasso”, contribuendo notevolmente alla formazione artistica e culturale di tanti giovani teatranti.

Recentemente ha collaborato con determinato impegno alla pubblicazione del 1° volume delle opere del commediografo A. Russo Giusti.

Nell’edizione 1989 del Premio Nazionale Nino Martoglio è stato premiato con la seguente segnalazione: “A Giuseppe Spampinato per la intensa attività teatrale che lo ha visto interprete sensibile e commediografo brillante della drammaturgia vernacolare che ha vivificato con strumenti di una instancabile operosità sempre tesa verso intelligente lavoro di programmazione culturale”.

 

Sito web: www.pippospampinato.it

Email:       pippo.spampinato@teletu.it

 

       

Teatro.Org